5 Commenti a “Restyling logo dal Giappone”

  1. Marco Cilia scrive:

    pessimo! non si capisce che è una Y, più facile che la gente lo legga mamiUa

  2. lunamargherita scrive:

    ma fanno anche diapason? storti?
    i restyling comunque sia sono sempre una questione delicata…

  3. Alessia scrive:

    Lunamargherita: non avevo pensato al diapason ;-) ma nel loro sito non ci sono…
    Marco: è vero che non si legge la Y, ma me la rende simpatica.

    Io l’unica spiegazione che posso dare è che quella Y disegnata così mi sembra la levetta delle macchine fotografiche degli anni ’70, quando si mandava avanti il rullino manualmente.
    Anche in qualche sito americano ho letto perplessità su questo restyling.

  4. lunamargherita scrive:

    @alessia: ecco cos’era! hai ragione, la levetta delle vecchie macchine fotografiche.
    se così fosse, beh, non sarebbe male – solo che questo rimando non è abbastanza chiaro forte da poter permettere di sacrificare la leggibilità…

  5. Marco Cilia scrive:

    BINGO! se fosse la levetta di una reflex analogica, sarebbe ugualmente al contrario. Vista dall’alto la levetta a riposo è a sinistra, e col pollice destro la dovevi portare a destra per far avanzare il rullino. Un’altra dissonanza cognitiva tra visione e ricordo :)

Lascia un Commento

Iscriviti ai Feed RSS dei commenti di questo post.