LOGHI FAMOSI IN VIAGGIO!

Creazione Loghi

Scegli tra più Proposte di Logo, Soddisfatti o Rimborsati.

www.logopro.it/creazione-loghi/pacchetti-offerta.php

Maggio, è ora di prenotare la prossima vacanza, ci avete già pensato? Per darvi qualche idea vi presentiamo i più famosi loghi rappresentativi di uno Stato. Anche questo è marketing.

 

 

    

Questo logo inizialmente venne creato su richiesta di Ignacio Vasallo per rappresentare il Ministero del Turismo spagnolo, ma divenne successivamente emblema della nazione stessa. Il simbolo “Espana” fu disegnato nel 1983 dal celebre artista Joan Mirò. Voleva con questa immagine sottolineare il concetto di “sole e mare” come principale fonte di attrattività del paese. Mirò creò quindi un logo che consisteva in un’unione tra la scritta España (Spagna), già vista per i Mondiali di calcio 1982, e il disegno di un sole e una stella presi da un manifesto che l’autore stesso aveva creato già nel 1968. Questa fu l’ultima opera che Miró realizzò, si chiama El Sol de Miró. All’inizio non incontrò molti apprezzamenti, venne anzi soprannominato “L’uovo fritto di Miró”! In poco tempo invece questo logo diede i risultati sperati e contribuì a portare un incremento del turismo nel paese. El Sol de Miró è il primo logo creato per rappresentare una nazione.

 

 

 

   

In Perù nel 2009 ebbe inizio un operazione per rilanciare il turismo e creare una nuova immagine a livello internazionale. Il primo step per una nuova immagine è stato ovviamente un nuovo logo! Il logo è stato progettato dall’agenzia Future Brand. La parola “Perù” campeggia orgogliosa sullo sfondo rosso, come per dire che il nome basta e avanza per attirare. I colori sono bianco e rosso, gli stessi colori della bandiera peruviana.  E’ estremamente centrato e riesce a trasmettere in pochi tratti quello che rappresenta la bellezza e lo spirito del paese. La spirale della “P” richiama immediatamente l’antica arte degli Inca, primi abitanti del Paese. E’ sicuramente unico e nella sua semplicità rimane impresso facilmente. Il font a cui si ispira è il Bree, che è stato però modificato e personalizzato per l’occasione.

 

    

Il logo istituzionale americano è pieno di dettagli interessanti! Vediamo un’aquila dalla testa bianca con le ali aperte. L’aquila porta sul petto uno scudo con i colori della bandiera USA: una fascia blu sulla parte alta e 13 strisce bianche e rosse sulla parte inferiore. L’aquila stringe sul suo artiglio a sinistra un ramo d’ulivo (forte desiderio di pace) e nell’artiglio a destra 13 frecce (sempre pronti alla battaglia). Il volatile ha però la testa rivolta dalla parte del ramo d’ulivo, a simboleggiare la preferenza per la pace. Addirittura il ramo d’ulivo viene disegnato con 13 foglie e 13 olive. Questa ripetizione del numero 13 non è casuale, fa riferimento alle tredici colonie che nel 1776 proclamarono la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d’America. L’aquila stringe nel becco un nastro, sul quale si legge il motto nazionale in latino: E Pluribus Unum (“da molti, uno”). A completamento del logo, in alto si vede una gloria con 13 stelle su campo blu, disposte in maniera tale da formare una stella a sei punte.

 

 

  

Questo è l’unico logo che non nasce per rappresentare un Paese ma solo un servizio, ma senza dubbio ad oggi questo logo è arrivato ad essere rappresentativo dell’intera nazione. Le origini di questo logo sono molto confuse. Pare che il primo utilizzo di un cerchio a rappresentanza dei trasporti londinesi risalga al 19 ° secolo, parliamo del simbolo della London General Omnibus. Il logo era una ruota, tagliata a metà da una barra sulla quale si poteva leggere la scritta GENERAL, e veniva usata sulle insegne della metropolitana. Nel 1908 si decise che era il momento di trovare un modo più diretto per mettere in evidenza i nomi delle stazioni sulle piattaforme. Venne quindi adottato il celebre cerchio rosso con la barra blu sulla quale si legge il nome della stazione. L’identità aziendale era rappresentata dallo stesso disegno con la scritta “Underground” (=sotterranea) sulla barra blu. Il logo venne leggermente modificato nel 1919, diventando quello che vediamo tutt’oggi. Per il 100 ° anniversario del logo, 100 famosi artisti hanno creato la loro rivisitazione dello stesso.

 

 

E’ bello vedere come tutti questi loghi richiamino con i colori la bandiera del loro Paese, voi che ne pensate?

A presto!

Angela

Click here to submit your review.


Submit your review
* Required Field

7 maggio 2012

Lascia un Commento

Iscriviti ai Feed RSS dei commenti di questo post.