NOMI FAMOSI: LE SQUADRE DI CALCIO

Creazione Nomi Aziendali

Servizio di Creazione Nome per la tua Azienda. Soddisfatti o Rimborsati.

http://www.logopro.it/creazione-nome/offerta-naming.php

Parliamo oggi di un tema di sicuro interesse per la maggior parte dei maschietti: il calcio!

Anche le squadre di calcio hanno la loro immagine, ci avete mai pensato? Hanno il loro stemma (che corrisponde al logo) e ognuna un nome. La maggior parte delle squadre ha come nome semplicemente la città di appartenenza, altre invece hanno nomi dalla storia interessante. Vediamone alcune, prima fra le italiane e poi facciamo un salto all’estero!

 

Inter: il nome corretto è Internazionale Football Club. Fondata nel 1908 a Milano da chi non voleva accodarsi alla rivale di sempre, l’allora Milan Cricket & Football Club (ora A.C. Milan). Il nome decreta l’intenzione dei soci fondatori di accettare anche giocatori stranieri, al contrario del Milan che accettava allora solo giocatori italiani.

 

Juventus: fondata nel 1897 da alcuni ragazzi del liceo classico Massimo D’Azeglio di Torino, che rimasero fortemente colpiti dal nuovo sport importato dall’Inghilterra. Il più anziano aveva solo 17 anni, per questo decisero di chiamare la squadra Juventus, ovvero ”gioventù”.

Atalanta: la squadra bergamasca fu fondata nel 1907 da 5 soci che per il nome decisero di affidarsi alla mitologia. Scelsero Atalanta, la ninfa greca abbandonata nel bosco dal padre e cresciuta da un’orsa, che divenne abile cacciatrice e imbattibile nella corsa.

 

Sampdoria: nasce a Genova nel 1946 dall’unione di due squadre: la Sampierdarenese (in onore dell’omonimo quartiere genovese) e l’Andrea Doria (celebrazione dell’ammiraglio che ottenne l’indipendenza della Repubblica di Genova).

 

Ajax (Olanda): la squadra del ghetto di Amsterdam. Il nome è la traduzione olandese di Aiace, personaggio dell’Iliade. Abile guerriero, secondo solo ad Achille. Curiosità storica: durante la Seconda Guerra Mondiale quasi tutti i suoi giocatori vennero deportati ad Auschwitz.

 

Arsenal (UK): fondata nel 1886 da tre amici scozzesi, operai nella fabbrica di munizioni Arsenal, a Londra. Il nome era in principio Royal Arsenal, dall’unione del nome del pub preferito dei tre e il nome della fabbrica. Nel 1891 il nome cambiò in Woolwich Arsenal, unione del nome dell’azienda e il nome del quartiere dove si trovava, Woolwich appunto. Infine nel 1913 divenne semplicemente Arsenal.

 

Borussia Dortmund (Germania). Fondata nel 1909 da un gruppo di giovani cattolici della parrocchia “Trinità” di Dortmund. L’intento era di ribellarsi al cappellano Hubert Dewald, contrario alla pratica del calcio. Borussia era il nome del birrificio e birreria dove i giovani si riunivano nel tempo libero.

 

 

Spero con questo articolo di aver fatto felice qualche appassionato di calcio!

Alla prossima!

Angela

Click here to submit your review.


Submit your review
* Required Field

30 maggio 2012

3 Commenti a “NOMI FAMOSI: LE SQUADRE DI CALCIO”

  1. Secondo una teoria, non dimostrata nè dimostrabile (ma non del tutto balzana), il nome influenza l’appeal e la popolarità di un certa squadra nei confronti del tifo (influenza appunto, non determina). In pratica, i nomi non chiaramente riconducibili a una città o a un terriorio influenzano positivamente la possibilità che una certa squadra sia popolare al di fuori del suo territorio.

    Ad esempio, il fatto che la Juventus sia la squadra con maggior tifo in Italia dipenderebbe anche dal fatto che il nome non porta nessun riferimento alla città di Torino. Ciò renderebbe la Juventus più apprezzabile anche da chi vive in tutt’altro territorio (benchè tutti sappiano coscientemente che la Juve è di Torino). Idem per l’Inter – se non sbaglio seconda squadra italiana per numero di tifosi – e in un certo senso anche per il Milan – terza squadra per tifo in Italia.

    In effetti, le tre squadre più tifate d’Italia non riportano “in chiaro e per intero” il nome della loro città.

    Anche la Fiorentina pare che goda di buona popolarità al di fuori di Firenze. Dell’Atalanta non saprei. Ma certo è difficile trovare tifosi del Napoli, della Roma, del Palermo e via discorrendo al di fuori della loro città o di chi vi è nato.

    Questa osservazione empirica può essere utile anche a livello di brand naming. In linea con la constatazione che i nomi evocativi spesso hanno più forza nel lungo periodo dei nomi descrittivi.

  2. admin scrive:

    Ottima osservazione Alessandro, la teoria che esponi come dici non è dimostrata ma è assolutamente sensata! Grazie!

  3. Fatene pure un articolo ad hoc se vi va :)

Lascia un Commento

Iscriviti ai Feed RSS dei commenti di questo post.