Come il nome può fare la differenza.

Creazione Nomi Aziendali

Servizio di Creazione Nome per la tua Azienda. Soddisfatti o Rimborsati.

http://www.logopro.it/creazione-nome/offerta-naming.php

Il naming è “l’arte” di cercare il nome “giusto” per un’azienda, un servizio, un prodotto, un negozio oppure un locale. Il nome, infatti, è il primo biglietto da visita e costituisce quindi una scelta strategica e di importanza vitale.

Il nome può fare la differenza poiché è in grado di determinare il successo e l’insuccesso di un’impresa o di un prodotto, eppure non esiste il metodo scientifico e preciso in assoluto per trovare il nome che vi piaccia e faccia “il botto”. Certo, ci sono delle piccole regole da tenere a mente durante la ricerca del nome: corto è meglio, deve essere facile da pronunciare e da ricordare, dovrebbe essere musicale, ecc, ecc. (per ripassare tutte le regole, le troverete in altri articoli). E, sicuramente, in fase “creativa”, vi verranno in mente decine e centinaia di nomi. Ma poi, dovreste vagliarli a freddo, in un secondo momento, applicando buon senso e razionalità.
Ricordate infatti che un nome azzeccato può darvi vantaggi rispetto alla concorrenza ed attirare clienti e consumatori, ma, al contrario,  un nome sbagliato può tenerli lontani.

Perciò vi consiglio di “mettere alla prova” i nomi che vi piacciono: testateli con amici e parenti, scriveteli e fateveli leggere e pronunciare da qualcuno che non ne sa nulla, ecc. Potreste scoprire che il nome di cui vi siete innamorati… forse non è proprio quello giusto.

Ed è meglio capirlo prima, che poi. Non vorrete fare come certe grandi aziende che sono incappate in figure e spese imbarazzanti, usando dei nomi apparentemente innocui ma che nascondevano trappole infernali.
Il telefonino della Sony che all’estero si chiamava ‘Sola’, una volta arrivato in Italia, ha dovuto per forza cambiar nome. Per evitare facile ironie o fraintendimenti (la “sola” in romanesco è una mezza truffa) ecco che l’azienda l’ha chiamato Xperia Sole. Ad averci pensato prima, la Sony si sarebbe evitata i costi che comporta un cambio di nome… in corsa.
Estee Lauder, colosso della cosmesi, qualche tempo fa ha commercializzato in Germania un prodotto dal nome romantico di “Country Mist(in inglese “nebbiolina di campagna”). Purtroppo il termine “mist” in tedesco significa “letame”. L’azienda ha dovuto studiare subito un altro nome e cambiare etichette e packaging con una spesa non irrilevante.

L’inglese è costato qualche figuraccia anche a un gigante del marketing come Ikea, che qualche anno fa aveva messo in circolazione un carrello di nome Fartfull, letteralmente “pieno di puzzette” (da fart, “puzzetta” e full, “pieno”), prodotto azzeccato, giustissimo nel design e nel prezzo, ma che – ovviamente – vendeva pochissimo… Finchè non gli hanno cambiato il nome.

Ed oggi che è sempre più importante essere presenti sul web, agli errori di naming per i vari mercati, si possono aggiungere gli errori di dominio.

Il mondo di internet è diverso dal mondo reale, è contaminato dall’inglese, ci sono neologismi, slang e modi di dire. E, l’azienda che entra adesso in internet, dovrebbe pensare da subito ad un nome adatto a diventare anche dominio. Ma usando sempre la testa. Questo per evitare di andare on-line così
http://www.ristorantecocktailbarlocalewinebarenotecalivornocecina.com. Ho usato un esempio reale di dominio in cui tutti rilevano l’errore macroscopico (provate a dettare questo nome per telefono o a ricordarvelo). Ma ho letto tanti domini impossibili da scrivere, leggere o pronunciare correttamente, oppure buffi e persino equivoci – quindi comunque controproducenti al business – che però nella mente di chi li ha ideati, o ad una prima vista, erano giusti.

Detto ciò, se non vi sentite forti nella fase creativa oppure non amate fare le verifiche linguistiche, culturali e di dominio, per non sbagliare nome o per essere più sicuri di avere un nome che fa la differenza, vi consigliamo di affidarvi a degli esperti in naming. Quelli di Logopro, per esempio.

Potete vedere tutte le nostre offerte di naming a questa pagina.

A presto,
Alessandra

 

 

28 giugno 2016

Lascia un Commento

Iscriviti ai Feed RSS dei commenti di questo post.