Archivio per la categoria ‘Protezione marchio’

Loghi simili, meglio evitare.

martedì, 12 luglio 2016

Cosa c’è di peggio che avere un colpo di genio e poi realizzare che qualcuno ha già avuto la nostra stessa idea? E quante quante volte vi è capitato di pensare “ma questo l’ho già visto da qualche parte” senza capirne realmente il motivo? (continua…)

Violazione del marchio: il Teatro la Fenice chiede i danni a D&G

venerdì, 24 settembre 2010

Non hanno trovato un accordo extragiudiziale e quindi la Fondazione che gestisce il teato La Fenice di Venezia ha citato in giudizio davanti al tribunale di Milano gli stilisti Dolce e Gabbana.

La trattativa era iniziata a febbraio 2009, quando sono stati presentati durante una sfilata milanese degli abiti con il logo del teatro. (continua…)

Logo Apple: inimitabile!

lunedì, 5 ottobre 2009

Apple difende il proprio logo con tutte le armi che ha a disposizione. È di oggi la notizia dell’ultima causa intentata dalla nota azienda in difesa della preziosa mela.

In passato Apple aveva diffidato dall’uso del proprio simbolo molte altre aziende, nei guai era finita persino la città di New York (ma che altro logotipo poteva adottare la città nota al mondo come La Grande Mela?).

Ora è il turno di una catena di supermercati australiana: Woolworths. La vedete la somiglianza?

WOOLWORTHS_apple_logo

A onor del vero bisogna precisare che la catena di supermercati commercializza anche prodotti elettronici.
Questo non spiega però la sorte di altre due aziende australiane accusate della medesima colpa: Poison Apple che promuove eventi musicali e Foxtel, un canale televisivo per soli adulti.

La prossima volta toccherà alla Melinda?

LOGO MELINDA

di Angela Venturin

Apple prende di mira una scuola canadese: hanno copiato il logo

mercoledì, 8 ottobre 2008

La famosa azienda della mela prende di mira una scuola tecnica canadese. La denuncia parla chiaro: l’istituto ha “clonato” spudoratamente il simbolo della mela per utilizzarlo come brand istituzionale.
I dirigenti, d’altra parte, sostengono che “una mela è una mela” e che non può trattarsi di contraffazione di marchio ma bensì di un uso grafico comune.

apple
Da parte nostra i tratti “non convenzionali” come la foglia e il profilo sono molto simili. Voi che dite?

Registrare il marchio per evitare “omonime” sorprese

mercoledì, 27 agosto 2008

Avete mai provato a cercare su Google, o sulle Pagine Bianche online, il vostro nome e cognome per verificare se esistono vostri omonimi? Può essere divertente, soprattutto se vivono a km di distanza da voi.
Un po’ meno divertente se un vostro omonimo abita proprio nella vostra città, se non altro per le scocciature varie che potreste avere (posta recapitata all’indirizzo sbagliato, telefonate di persone che cerca l’altro voi, fraintendimenti vari, a volte anche tutela della vostra reputazione, ecc.). (continua…)