Logopro

More heads are better than one!

LA CLASSIFICA UFFICIALE 2012 DEI BRAND PIU’ REDDITIZI

23 maggio 2012
Lascia un commento »

Come ogni anno la Millward Brown ha stilato la classifica ufficiale dei marchi che valgono di più, siamo alla settima edizione. Il report di quest’anno evidenzia la continua influenza della crisi globale, che continua ormai da qualche tempo; inoltre è da notare la crescita continua del settore tecnologico e il potere crescente dei mercati emergenti. Vediamo la classifica:

 


Leggi tutto l’articolo »

I migliori loghi per volare!

21 maggio 2012
1 Commento »

Qualcuno sente aria di vacanze? Voglia di volare su un isola del pacifico? In effetti l’estate è lontana, soprattutto in questi giorni di brutto tempo, ma per sognare è sempre il momento giusto! Oggi vi presentiamo i loghi di alcune compagnie aeree.

 

Lufthansa

Il logo della compagnia aerea tedesca è un esempio perfetto di come si possano fondere forza e leggerezza in una sola immagine. Rappresenta un uccello in forma stilizzata, ma le forme sono squadrate, rendendo perfettamente l’idea dell’ ”Uccello di Metallo”, quindi l’aereo. Il logo fu disegnato da Otl Aicher nel 1962. La scelta dei colori è azzardata ma vincente. Invece di usare i colori della Germania, furono scelti giallo (colore dell’ottimismo e della fiducia) e blu notte (colore molto professionale), creando un forte contrasto cromatico che permette la visibilità perfetta dell’immagine in ogni condizione di luce.

 

Pan Am

La storica compagnia aerea americana era rappresentata da un logo semplicissimo ma con molti significati. Innanzitutto il colore adottato fu l’azzurro del cielo limpido, che assicura un viaggio liscio e rilassato. La scritta Pan Am, che subì alcuni restyling nel corso del tempo, sta al centro di una sfera che rappresenta il mondo. Le linee orizzontali sono i paralleli, la linea verticale rappresenta l’unico meridiano, come a voler dire che  il traffico aereo sicuro e piacevole passa tutto attraverso questa compagnia aerea. La Pan Am fu attiva e potente dai primi anni ’30 e fallì nel 1991.

 
Leggi tutto l’articolo »

LA TOP 10 DEI LOGHI PIU’ POPOLARI

17 maggio 2012
2 Commenti »

Fare delle classifiche non è mai facile, si rischia sempre di dare un parere personale poco obiettivo. Esiste però un sito che raccoglie tutti i loghi più famosi (e anche quelli un po’ meno famosi..), e dà la possibilità a chiunque di dare un voto ad ogni logo, creando così una classifica dei loghi decretata dal popolo!

Vediamo quindi quali sono effettivamente i 10 loghi più amati:

 NR. 10                    

 

NR. 9           

 

NR. 8                

 

NR. 7            


Leggi tutto l’articolo »

LOGHI FAMOSI – LE RELIGIONI

14 maggio 2012
Lascia un commento »

Qui in Logopro ci occupiamo sopratutto di loghi, e lo facciamo a 360 gradi!

Oggi vi presentiamo un’indagine un pò particolare. Sempre legata ai simboli rappresentativi, ma questa volta non si riferiscono ad aziende, bensì alle religioni. Credenti o meno, praticanti o meno, il simbolo della religione nazionale di ogni Paese influenza la vita di ognuno. Noi che viviamo in un Paese cattolico siamo nati e cresciuti con il simbolo della nostra religione costantemente sotto gli occhi: a scuola, nelle case, fuori dai luoghi di culto. L’influenza è inevitabile. Ma vi siete mai chiesti come sono nati i simboli che rappresentano le varie religioni?

 

Cristianesimo

La croce è il simbolo cristiano più diffuso, riconosciuto in tutto il mondo. È una rappresentazione stilizzata dello strumento usato dai romani per la tortura e l’esecuzione capitale tramite crocifissione, il supplizio che secondo i vangeli e la tradizione cristiana è stato inflitto a Gesù Cristo. Per i cristiani la croce costituisce un ricordo della passione, morte e resurrezione di Gesù, ma anche un costante invito ad imitare Gesù in tutto e per tutto, accettando pazientemente anche la sofferenza. Dato che per i cristiani crocifissione e resurrezione sono inseparabili, la croce è principalmente un simbolo di speranza per una migliore vita dopo la morte, e un monito contro le immagini erronee di Dio.

 

 

Islamismo


Leggi tutto l’articolo »

CONOSCI I LOGHI PIU’ FAMOSI?

11 maggio 2012
2 Commenti »

Noi di Logopro sappiamo quando è il momento di prenderci una pausa, cosa facciamo nel tempo libero?

Giochiamo con i loghi, ovviamente!

C’è una nuova applicazione per iPhone che ci è particolarmente simpatica, si chiama LogosQuiz.

Ormai viviamo in un mondo pieno di marchi e loghi, e inconsciamente molti li abbiamo imparati a memoria. LogosQuiz ci permetterà di metterci alla prova nel tentativo di riconoscere il nome dei loghi mostrati.  Il gioco è suddiviso in diversi livelli da completare per passare al livello successivo. Per arrivare alla soluzione ci vengono offerti degli indizi, oppure puoi anche chiedere aiuto ai tuoi amici attraverso i canali sociali (per esempio Facebook o Twitter), se proprio non conosci la risposta!

Potrebbe sembrare un gioco da ragazzi, visto il bombardamento di loghi cui siamo sottoposti ogni giorno, ma alcuni risultano invece molto difficili! I loghi ci vengono infatti presentati incompleti, questo rende il gioco avvincente. Molte volte la risposta ce l’hai sulla punta della lingua, eppure non riesci a indovinare!

Il database di LogosQuiz è davvero ampio, al suo interno ci sono oltre 500 loghi. Per scoprire il tuo andamento inoltre, LogosQuiz ti permette di consultare le statistiche sulle risposte esatte e su quelle sbagliate, con la possibilità di pubblicare i risultati su Facebook e Twitter.

 

Vi presentiamo alcune immagini di esempio su come si presenta il gioco:

 

   

Schermata iniziale del Livello 1.

 

     

Scegli il logo..                                    …digiti la risposta,premi “Check!”…


Leggi tutto l’articolo »

SATURDAY NIGHT FEVER – I loghi che ti fanno ballare!

9 maggio 2012
Lascia un commento »

Nel mondo dell’intrattenimento e del tempo libero è indispensabile avere un’immagine che si distingua dal mare magnum delle proposte. Ogni grande città mette a disposizione locali, bar e discoteche per tirare tardi in compagnia! Analizziamo oggi i loghi di alcune famosissime e frequentatissime discoteche.

 

Il DivinaeFollie è la più grande discoteca del Sud Italia, creata  da Vito Mastrogiacomo nel 1990, con l’intento di aprire un locale maestoso per l’intrattenimento notturno. Il locale si sviluppa su ben 4 piani. Da questa ricerca di grandezza deriva anche la scelta del nome del locale: Divinae evoca i gironi della “Commedia” di Dante, il latinismo crea subito la sensazione di maestoso e importante; Follie sono quelle che da più di 20 anni il locale promette al pubblico. Il logo è semplicemente una palla da discoteca, al centro della quale è stato posto il nome del locale. I colori sono il grigio argento e nero, che rimandano al concetto di esclusivo e prezioso.

 

 

 


Leggi tutto l’articolo »

LOGHI FAMOSI IN VIAGGIO!

7 maggio 2012
Lascia un commento »

Maggio, è ora di prenotare la prossima vacanza, ci avete già pensato? Per darvi qualche idea vi presentiamo i più famosi loghi rappresentativi di uno Stato. Anche questo è marketing.

 

 

    

Questo logo inizialmente venne creato su richiesta di Ignacio Vasallo per rappresentare il Ministero del Turismo spagnolo, ma divenne successivamente emblema della nazione stessa. Il simbolo “Espana” fu disegnato nel 1983 dal celebre artista Joan Mirò. Voleva con questa immagine sottolineare il concetto di “sole e mare” come principale fonte di attrattività del paese. Mirò creò quindi un logo che consisteva in un’unione tra la scritta España (Spagna), già vista per i Mondiali di calcio 1982, e il disegno di un sole e una stella presi da un manifesto che l’autore stesso aveva creato già nel 1968. Questa fu l’ultima opera che Miró realizzò, si chiama El Sol de Miró. All’inizio non incontrò molti apprezzamenti, venne anzi soprannominato “L’uovo fritto di Miró”! In poco tempo invece questo logo diede i risultati sperati e contribuì a portare un incremento del turismo nel paese. El Sol de Miró è il primo logo creato per rappresentare una nazione.

 

 

 

   

In Perù nel 2009 ebbe inizio un operazione per rilanciare il turismo e creare una nuova immagine a livello internazionale. Il primo step per una nuova immagine è stato ovviamente un nuovo logo! Il logo è stato progettato dall’agenzia Future Brand. La parola “Perù” campeggia orgogliosa sullo sfondo rosso, come per dire che il nome basta e avanza per attirare. I colori sono bianco e rosso, gli stessi colori della bandiera peruviana.  E’ estremamente centrato e riesce a trasmettere in pochi tratti quello che rappresenta la bellezza e lo spirito del paese. La spirale della “P” richiama immediatamente l’antica arte degli Inca, primi abitanti del Paese. E’ sicuramente unico e nella sua semplicità rimane impresso facilmente. Il font a cui si ispira è il Bree, che è stato però modificato e personalizzato per l’occasione.


Leggi tutto l’articolo »

NUOVI ORIZZONTI DI STAMPA

4 maggio 2012
Lascia un commento »

La stampa digitale ha mosso un altro passo verso il futuro. Immaginate un cartellone pubblicitario in movimento, oppure un depliant in 3D, sembra una cosa incredibile? Invece esiste già, si chiama stampa lenticolare.

 

 

                

 

                        

 

 

Qual’è il principio:

i nostri occhi mandano al cervello due visioni leggermente diverse, il cervello poi unisce queste due visioni che noi percepiamo come un’unica immagine, questo permette di percepirne anche la tridimensionalità. Questo fenomeno (parallasse) è il principio su cui si basa la tecnica lenticolare.


Leggi tutto l’articolo »

LOGHI E SAGGEZZA DEI PROVERBI

2 maggio 2012
4 Commenti »

Quando si apre un’azienda è importante individuare il logo più adatto a rappresentarla. Molte volte ci si ispira a immagini viste in giro, magari per caso!  Vogliamo proporvi qualche immagine interessante che magari può essere di spunto a chi sta cercando il logo giusto, ma lo faremo attraverso un piccolo gioco: vi presenteremo delle immagini che si riferiscono a dei proverbi o modi di dire che tutti conoscono. Ogni proverbio rimanda a dei concetti semplici ma importanti, piccole perle di saggezza che inconsciamente ci tornano alla mente. Creare un logo che si rifà al proverbio crea una connessione fra l’immagine dell’azienda e il concetto stesso. Un concetto positivo dà subito un’impronta positiva all’azienda stessa.

Vediamo quanti ne indovinate!

1                           2

3            4

5            6

7                                           8 

9        10

11                                12

13               14 

15                                                              16

 

 

E adesso vediamo le soluzioni:

 

 

1 Chi di spada ferisce di spada perisce.

2 È meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora

3 L’amore è cieco

4 Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco.

5 A carnevale ogni scherzo vale.

6 A caval donato non si guarda in bocca.

7 Cane che abbaia non morde.

8 Chi dorme non piglia pesci.

9 Chi nasce tondo non muore quadrato.

10 Chi trova un amico trova un tesoro.

11 Chiodo scaccia chiodo.

12 Cielo a pecorelle acqua a catinelle.

13 Il cane è il miglior amico dell’uomo.

14 Le donne non si toccano neanche con un fiore.

15 Non c’è rosa senza spine.

16 Una mela al giorno toglie il medico di torno.

 

Quanti ne avete indovinati?

Alla prossima!

Angela

ALLO ZOO!

26 aprile 2012
Lascia un commento »

Usare un animale come logo è sempre una scelta vincente. Infatti ogni animale scatena istintivamente delle sensazioni in ognuno di noi e tali sensazioni e impressioni si riversano naturalmente nel prodotto rappresentato dall’animale.

 

Venne creato nel 1948 e rimane praticamente invariato fino ad oggi. E’ una combinazione di immagine e nome. Il puma, anche conosciuto come coguaro o pantera, è un felino sia diurno che notturno che vive nelle Americhe, un grande cacciatore, forte e potente, che può saltare fino a 4 metri di altezza e 10 in lunghezza! Già per gli Indiani d’America il puma era sinonimo di comando, forza, ingegno, lealtà, impegno e coraggio. Queste sono le caratteristiche che vengono associate a questo animale, e di conseguenza al marchio. In più, il logo Puma è estremamente versatile, può essere presentato in qualsiasi colore, oppure togliere la scritta e presentare solo la sagoma dell’animale, il logo mantiene comunque la sua forza comunicativa. Decisamente centrato!

 

 

                        

L’animale simbolo di Eni e Agip ovviamente non esiste! Qualcuno potrebbe pensare che magari esista un animale mitologico a cui si ispira, ma questo animale è totalmente inventato! L’autore del disegno è Luigi Broggini, fu però presentato da Giuseppe Guzzi nel 1954, e da allora è rimasto praticamente invariato. Il cane è secondo il sentimento comune “l’amico dell’uomo”, sinonimo di fiducia e affidabilità, l’animale che non ti abbandona mai. Questo vuole essere Agip per il cliente. Le sei zampe del cane rappresentano le 4 ruote dell’auto più le 2 gambe dell’automobilista. Per trovare l’immagine adatta  fu indetto un concorso, cui giunsero circa 4000 proposte. Moltissime proponevano fiamme di ogni forma e dimensione, ovvio riferimento al gas. Guzzi propose questo drago/cane che sputava una grossa fiamma rossa. In principio il muso del cane era rivolto in avanti. Questo però rendeva l’immagine piuttosto aggressiva. Si decise quindi di girare il muso dell’animale, e di conseguenza la fiammata, all’indietro. Così facendo la postura del cane era totalmente innaturale, ma risultava più amichevole per l’avventore.

 

 

              

L’organizzazione WWF nasce in Svizzera nel 1961 con l’intento di contrastare la devastazione dell’ambiente naturale del pianeta. Il logo è opera del pittore e naturalista Sir Peter Scott. Perché un panda? Nella famiglia degli Orsi, il panda gigante è la specie più rara e minacciata in assoluto. Per questo venne scelto a rappresentare il WWF fin dalla sua fondazione. Il panda è un animale grande e grosso, ma terribilmente tenero! Viene naturalmente voglia di proteggerlo e coccolarlo e per questo attira l’attenzione. Il logo è bianco e nero, molto semplice e stilizzato. E’ estremamente versatile, può infatti essere posto su qualsiasi colore di sfondo che va anche a sostituire le parti bianche del logo, ma mantiene la sua personalità. Inoltre, col suo musetto, attira i bambini, che con la loro curiosità possono imparare da piccoli quanto sia importante preoccuparsi per il pianeta in cui viviamo.

 

          

Il browser Firefox nasce nel 2002. Il nome in principio fu Phoneix, poi Firebird, infine Firefox. La parola “Firefox” significa letteralmente volpe di fuoco. Il logo rappresenta appunto una volpe dalla coda di fuoco che “abbraccia” il pianeta terra. La volpe è sinonimo di astuzia e velocità, “abbracciando” il mondo ci vuole comunicare che niente le può sfuggire, il fuoco è sinonimo di potenza e vita. La curiosità sta nel fatto che in realtà l’animale del logo… non è una volpe! In inglese “Firefox” sta a indicare zoologicamente una specie di panda, molto più piccolo del panda del WWF e per questo chiamato panda minore o panda rosso, per il colore della pelliccia. Secondo Jon Hicks, autore del logo di Mozilla Firefox, il panda rosso non poteva evocare l’immagine desiderata, preferì quindi ispirarsi ad una pittura giapponese raffigurante una volpe, aggiunse la coda infuocata e nacque così il logo che conosciamo.

 

 

Ci sembrano tutti molto azzeccati, voi che animale vorreste usare per la Vostra azienda?

A presto con un’altra indagine!

Angela