Logopro

More heads are better than one!

Studio del nome, nuovo servizio professionale

9 marzo 2011
Lascia un commento »

A volte il nome di una nuova attività imprenditoriale o di un prodotto non viene proprio in mente.

Spesso la scelta del giusto nome è il primo passo che determina il successo di un servizio o un’azienda.

Le grandi aziende si affidano a servizi costosi e complessi per determinare quale sarà il nuovo marchio da lanciare sul mercato. E le piccole attività? e i commercianti? e gli imprenditori che hanno un nuovo servizio da offrire o un nuova azienda? In questi casi viene in aiuto il servizio di creazione nome di Logopro.

Dopo molte richieste ricevute in questi mesi, siamo felici di poter proporre oggi un servizio altamente professionale, il primo servizio in Italia rapido ed economico, studiato per le nuove aziende e le piccole e medie imprese. Il servizio di ricerca e studio è curato da un team di esperti di comunicazione pubblicitaria e di naming che collabora da tempo con Logopro.

Un brand online che piace alle pmi

15 febbraio 2011
1 Commento »

Qualche giorno fa è uscito un interessante articolo su Logopro sul settimanale Il Mondo (RCS Periodici – Corriere della Sera) a firma di Monica Battistoni.

La giornalista ha voluto approfondire con noi il nuovo servizio di “logo pronto”, vera novità nel panorama web italiano e le prossime novità in uscita nelle prossime settimane.

Vi lascio alla lettura dell’articolo, disponibile  in edicola ancora per qualche giorno:


Il logo di un traduttore e insegnante moderno

14 gennaio 2011
4 Commenti »

Qualche giorno fa abbiamo lavorato insieme ad un insegnante e traduttore delle lingue Inglese, Portoghese e Islandese per creare il logo che rappresenti la sua professionalita e il suo stile.

Francesco Della Valle ci ha chiesto un logo che rappresentasse tutte e tre le lingue e fosse allo stesso un pò informale, ma senza esagerare. Tutto è nato dal suo recente cambio di casa. I suoi biglietti da visita erano inutizzabili e quindi ha deciso di fare il salto!

Il risultato finale è questo:

Il colore verde e il posizionamento delle tre lingue sulla lavagna, al posto delle classiche bandierine sono state scelte di Francesco Della Valle. Quando il commitente collabora alla creazione del logo il risultato finale sarà in sintonia con il suo stile e valori.

La lavagna, classico strumento utilizzato durante le ore di insegnamento, è stata disegnata in stile amichevole ma senza esagerare. Il simbolo è controbilanciato dal lettering istituzionale del nome e del pay-off.

Il nuovo logo è già stato utilizzato per realizzare i nuovi biglietti da visita ed è stato posizionato sul sito web. A breve sarà realizzato anche un formulario, la carta intestata, il modulo fatture, le etichette per personalizzare il materiale didattico che distribuisce e la newsletter che utilizza per aggiornare gli studenti. Il logo sarà un formidabile veicolo per comunicare la professionalità di Francesco Della Valle, sia come insegnante che come professionista.

I tempi son cambiati! e anche i prof! ;-)

di Alessia Bellon

Olimpiadi di Rio 2016 – il logo è pronto!

12 gennaio 2011
7 Commenti »

E’ stato presentato il logo ufficiale che rappresenterà le Olimpiadi di Rio 2016. Eccolo:

E’ stato ideato e disegnato dall’agenzia di comunicazione Tatil, un’agenzia brasiliana che ha saputo infondere sul logo lo spirito carioca della città di Rio de Janeiro.

In Logopro questo marchio piace molto.  Originale, 3D,  in movimento, umano, caloroso, festoso, proprio come ci aspettiamo saranno queste olimpiadi in Brasile.
Leggi tutto l’articolo »

Il genio dei loghi

30 novembre 2010
Lascia un commento »

Molti dei marchi più famosi degli ultimi 30 anni hanno visto la luce grazie ad un’unica persona. Un vero maestro del brand design.

Si chiama Antonio Romano e tra i suoi lavori troviamo i marchi di Tim , Rai, Ferrovie dello Stato, Confindustria, Borsa Italiana, Renault, Edison, CartaSi, Lacoste, Biennale di Venezia, Eni, Enel, lo Stato di Rio in Brasile, le città di Roma, Milano, Stoccolma e Le Havre in Francia. Dal 1994 è alla guida di Inarea, una rete internazionale ed indipendente di designer, architetti, strategist e consultant.

Proprio ieri su il Sole 24 Ore è uscita un’intervista interessante
Leggi tutto l’articolo »

I biglietti da visita piegati, tagliati, incollati, tridimensionali, origami

26 novembre 2010
2 Commenti »

Torno sull’argomento biglietti da visita per farvi vedere un’altra carrelata veramente divertente e interessante.

Nell’articolo precedente ho raccolto i bigliettini più creativi e strani che hanno fatto ricorso a tecniche di stampa o materiali insoliti.

Questa volta la creatività si esprime con il taglio della carta, la piegatuta, l’incollatura.

Carini i biglietti con la sagoma:


Leggi tutto l’articolo »

I biglietti da visita più creativi, strani e ironici

24 novembre 2010
Lascia un commento »

Qui in Logopro possiamo creare anche la grafica per il tuo Biglietto da Visita, lo sapevi?

Girando in rete ho trovato molti biglietti da visita particolari. I canonici 8,5×5,5 cm non sono un limite alla creatività!

Se consegnate uno di questi biglietti da visita non passarete di certo inosservati.

Inizio la carralleta presentandovi qualche bigliettino che si distingue per il modo in cui hanno inserito i dati personali, giocando con ironia anche sul nome.


Leggi tutto l’articolo »

Logo Dolomiti, altro concorso di grafica che fa flop

22 novembre 2010
5 Commenti »

Il logo Dolomiti Unesco in questi giorni fa parlare di sè e molto. Purtroppo non per la sua bellezza ma per il coro di proteste che si sono alzate.

Primo Classificato

Vi riporto la descrizione che ha dato la commisione per descrivere il logo scelto disegnato da Arnaldo Tranti Design:  un disegno caratterizzato da segni verticali netti, che simboleggiano le pareti verticali, spezzati da dei tratti più imprecisi ed orizzontali che riproducono la varietà delle forme tipica delle Dolomiti. Ai piedi, un tratto curvo e più dolce per descrivere le valli. Quattro le cime rappresentate a testimonianza delle quattro culture presenti sul territorio: italiana, tedesca, ladina e friulana. Il tutto sviluppato all’interno di un rettangolo definito, che simboleggia il territorio che tutela queste montagne.

Per leggere le motivazioni delle proteste all’adozione di questo logo vi riporto alcuni link interessanti: montagna.tv, un articolo sul Gazzettino che da voce ai club degli alpini e la petizione online.

Io mi chiedo: ma questi concorsi funzionano? Avete anche voi il mio stesso dubbio?
Leggi tutto l’articolo »